Firenze, capitale della Regione Toscana, ha una popolazione di meno di mezzo milione di abitanti, sparsi sulle rive dell'Arno, all'incirca nel mezzo della penisola italiana, fra i Mari Adriatico e Tirreno. È una città che si dà da fare con le sue industrie e l'artigianato, il commercio e la cultura, l'arte e la scienza. Il clima è temperato ma piuttosto variabile, con gli inverni frizzanti e le estati calde. L'area del Chianti, fra Firenze e Siena, è una delle campagne più belle di tutta italia e famosa per la produzione di vino.

Fondata dai Romani nel primo secolo avanti Cristo, Firenze cominciò la sua rinacita dopo la decadenza dell'Impero Barbarico, nel periodo Carolignio, e raggiunse il più alto livello di civilizzazione fra l'11° eil 15° secolo, come città libera, bilanciando l'autorità degli Imperatori con quella dei Papa, riuscendo a superare la triste disputa interna fra Guelfi e Ghibellini. Nel 15° secolo, iniziò la Dinastia dei Medici, che più tardi divennero Granduca della Toscana. In questo periodo Firenze raggiunse l'apice della gloria per l'arte e la cultura, per la politica e l'economia. I GranDuca dei medici furono succeduti, nell 18° secolo, dalla Casa dei Lorenza, finoa quando nel 1860 la Toscana divenne parte del Regno d'Italia e Firenze divenne la capitale dal 1865 al 1871. In questo secolo, la città ha raggiunto di nuovo il ruolo di importante centro culturale e artistico.

Firenze possiede un eccezionale patrimonio artistico, gloriosa testimonianza della sua secolare civilizzazione. Cimabue e Giotto, i padri della pittura italiana, vissero qui, così come Arnolfo di Cambio e Andrea Pisano, riformisti dell'architettura e della scultura; Brunelleschi , Donatello, Masaccio e Botticelli fondatori del Rinascimetno; i geni universali Leonardo da Vinci e Michelangelo. I loro lavori, così come quelli di generazioni di artisti fino ai maestri di questo secolo, sono contenuti nei musei della città. A Firenze, grazie a Dante, nacque la lingua italiana; si affermarono gli studi letterari con Petrarca e Boccaccio ; con Machiavelli nacque la scienza politica moderna; con Guicciardini, la prosa storica; e con Galileo, la moderna scienza sperimentale. Fin dai tempi di Carlo Magno, Firenze fu città universitaria. Oggi ospita molti istituti specializzati ed è centro culturale internazionale. Le Accademie, le scuole d'arte, gli istituti scientifici ed i centri culturali contribuiscono all'intensa attività della città.

La vita economica di Firenze è basata soprattutto sul settore dei servizi, la città è infatti un importante centro commerciale. Le tradizioni dei settori bancario e finanziario continuano ad essere floridi. Il turismo e l'artigianato (di gioielli, ricamo, vestiti, pelle, ceramiche, ferro battuto e lavorazione di cestini, merletti e mobili) sono una notevole risorsa. La città è un centro culturale attivo, e organizza periodicamente mostre e festival di arte. L'industria, che consiste prevalentemente in imprese piccole e medie, è di importanza primaria nell'ingegneria di precisione, ottica, farmaceutica, chimica, metallurgica, e nei settori tessile e dell'editoria.

I più importanti eventi folkloristici a Firenze sono lo "Scoppio del Carro " (Pasqua), la Festa di San Giovanni (Giugno) e lo storico "Calcio in Costume" (Giugno, Luglio).